Locandina Festival Città 2021.jpg

FESTIVAL DELLE CITTÀ 2021: PRIMA GIORNATA
INTERVENTO DEL MINISTRO PER LA PA RENATO BRUNETTA

MARTEDÌ 28 SETTEMBRE

A salire sul palco è stato poi il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta: "La nostra percezione è quella di vivere in un momento di forte stabilità di governo. Perché? Intanto perché Angela Merkel lo scorso maggio ha cambiato posizione: aveva detto"mai e poi mai consentirò che l'Europa s'indebiti con i mercati". A maggio dopo la pandemia ha cambiato idea da grande statista qual è. E ha deciso di adottare il "momento Hamilton" trasformatosi poi in "momento Merkel", aprendo la strada a un momento di grande stabilità. E questo è stato un elemento che ha fatto nascere il Next Generation EU. L'Italia, che era in pieno Conte2, non riesce a fare "i compiti a casa" sul piano nazionale. Il Conte2 cade di fronte a un'offerta di stabilità, il governo nazionale risponde in maniera inadeguata. Nonostante ciò, posso solo ringraziare il Presidente Conte per aver fatto passare al nostro Paese un periodo così difficile. Non è però riuscito a rispondere all'offerta di stabilità che veniva dall'Europa e, grazie a una favorevole congiuntura astrale, al momento Hamilton e al momento Merkel si è aggiunto il momento Draghi. Al nuovo Presidente si affianca un governo di unità nazionale per far uscire l'Italia dalla crisi pandemica ed economica  e    per creare un 

piano di stabilità nazionale, ovvero il nostro PNRR. In pochi mesi il governo accetta la sfida e la vince. Fine aprile approviamo il PNRR che riceve l'approvazione anche dell'Europa. Caso vuole che le prime due grandi riforme portino la mia firma: passaggio parlamentare perfetto. Se ne esci vivo ti senti democraticamente più legittimato. Se ne esci bene, senza aver venduto l'anima, ne esci migliore. I primi di agosto vengono approvate le due leggi. Grazie a queste due riforme abilitanti che portano la mia firma ci versano 24,9 miliardi di anticipo perché abbiamo fatto la riforme previste dal PNRR nei tempi del cronoprogramma. Questo è il programma che dovremmo realizzare nei prossimi 6 anni. E cos'è questa se non stabilizzazione? L'offerta di stabilità è stata accettata e il governo Draghi ha vinto la sfida. Per questo la gente vive con fiducia quest'impressione di stabilità: perché c'è il PNRR, perché abbiamo tolto i tetti al blocco delle assunzioni, perché abbiamo ricominciato a fare i concorsi e in modalità digitale e semplificata. Perché c'è la percezione che sta cambiando qualcosa. Perché non esiste più il blocco degli appalti: e l'ho voluto io. L'Italia in questo momento suona bene, è simpatica, è un Paese in cui è profittevole investire. Perché l'Italia vince. Vedi anche nello sport. La partita che sta giocando la politica in realtà importa poco ai cittadini, perché la gente ha capito che i giochi, quelli veri, si fanno altrove. Se facciamo sul serio, c'è una grande possibilità che questo gioco cambi il Paese e cambi la politica. Non dico che abbiamo bisogno di 6 anni, ma di 7, esattamente la durata del nuovo Presidente della Repubblica, nella figura di Mario Draghi".

media partner.PNG
HuffPost.svg.png
separatore ISTITUZIONALI.png
regione_lazio.png
b.jpg
sostegno.jpg
INTESA_SANPAOLO_COL_DEF.jpg
positivo_rgb.png
a.jpg
enel.png
poste.png
alert SI.PNG
n.jpg
energieoffidalogo.png
Quanta logo.png
TELL TALK - LOGO PER SITO FESTIVAL 2.jpg
logo_azienda_ciuciu_black.png
logo LEGANET tracciato.png