Locandina Festival Città 2021.jpg

FESTIVAL DELLE CITTÀ 2021: PRIMA GIORNATA
INTERVISTA ROBERTO GUALTIERI - WALTER VELTRONI

MARTEDÌ 28 SETTEMBRE

LV8_7477
LV8_7477

press to zoom
IMG_8644
IMG_8644

press to zoom
IMG_8643
IMG_8643

press to zoom
LV8_7477
LV8_7477

press to zoom
1/3

Il primo giorno del Festival si è concluso con la tavola rotonda fra Roberto Gualtieri, Deputato della Repubblica e candidato Sindaco di Roma, Walter Veltroni, già Sindaco di Roma, e Serena Bortone, giornalista RAI.
Interrogato sulla campagna elettorale Veltroni ha commentato: "Mi fa piacere che si sia tornati a parlare delle città, delle persone, dell'ambiente, della vita concreta e che si sia usciti un po' dal politichese. Ho trovato questa campagna elettorale un ritorno alla concretezza della vita delle persone. Gli amministratori vengono valutati per l'efficacia delle loro azioni, per la trasparenza delle loro amministrazioni e Roberto Gualtieri credo sia la persona giusta per affrontare una sfida di questo tipo perché la su caratteristica principale è la competenza e la capacità di affrontare e risolvere i problemi".
Roma candidata all'EXPO 2030: "Ottima notizia, ringrazio il Presidente Draghi per aver candidato Roma - ha commentato Roberto Gualtieri - ci sarà bisogno di grande qualità nei progetti e di una capacità di messa a terra incredibile [...] Dovremo lavorare tutti verso la stessa direzione. E' bene che la città si unisca per ripartire: ho voluto interpretare questa esigenza di unità anche nel modo in cui sto facendo questa campagna elettorale. Non possiamo permetterci di fare politicismo a Roma in questo momento".
"Il Sindaco è qualcosa di particolare, di diverso persino dalle altre cariche istituzionali, un riferimento a cui i cittadini guardano per i problemi quotidiani, una persona che devono sentire vicina - ha ribadito Veltroni - E' tanto tempo che Roma non riceve un'iniezione di fiducia come quella che le ha dato oggi Mario Draghi. Roma ha perduto una grande occasione con le Olimpiadi e non può perdere altre occasioni. Dopo la morte di Giovanni Paolo II Roma venne considerata un modello di riferimento. Così come i concerti, come quello di Paul McCartney al Colosseo, erano un modo di mettere la città al centro. Una città è il fare non il rinviare o il rinunciare".
"Oggi è importante non solo la capacità di erogare servizi, ma anche la capacità di creare vicinanza e senso di comunità - ha continuato Gualtieri - Recuperare e rilanciare questa dimensione per me sarà importante. Si è persa la capacità della città di essere al centro di uno scenario internazionale: Roma, invece ha una potenzialità unica e per questo ci siamo ostinati a voler resti-

 

tuire alla Capitale questo ruolo. Senza contare che i cittadini ci tengono molto". 

"Se la città è madre e non matrigna i cittadini ne condividono il destino - ha aggiunto Veltroni - Nell'esperienza che abbiamo fatto quando ero Sindaco, abbiamo capito che la politica sociale è fondamentale: il Sindaco deve munirsi di ago e filo e ricucire la città, urbanisticamente e socialmente, il centro e la periferia. [...] Se mi si chiedesse quale è stata l'esperienza più bella direi sicuramente i sette anni come Sindaco di Roma. A chi è lì voglio dire che è difficile, ma so che quest'esperienza nella vita resta e nel tempo se ne ha nostalgia".
Sul centro-sinistra e la coalizione Gualtieri ha spiegato che: "Abbiamo dato un forte connotato civico alla coalizione. Abbiamo fatto una doppia operazione di apertura: unendo il centro-sinistra largo e tante forze civiche importantissime per la rinascita di Roma".
Sul tema dell'ecologia Gualtieri ha sottolineato: "La sostenibilità ambientale e quella sociale sono una la condizione dell'altra. E' la linea che ha preso l'Europa: è importante investire e non solo mettere divieti. La transizione energetica va fatta con gli investimenti e con il debito comune per finanziare questi investimenti. Dobbiamo fermare le emissioni: è un dovere per salvare il pianeta. Per esempio, con il PNRR ci sono i soldi per piantare a Roma un milione di alberi. La città, quindi, deve essere protagonista della coesione sociale e della transizione energetica".
Senza dimenticare il progetto "La città in 15 minuti". "Noi abbiamo messo al centro questa l'idea di una città dove i servizi sono più vicini alle persone  - ha puntualizzato Gualtieri - dove aumenta la qualità di vita".
Infine il tema dei rifiuti: "La nostra idea è quella di un decentramento dell'AMA, un decentramento delle responsabilità e dell'accountability. Non basta questo naturalmente, ma è necessaria anche una politica degli impianti adeguata, le tecnologie oggi ne permettono addirittura con zero impatto ambientale. Con gli impianti adeguati, la differenziazione e il contrasto all'evasione della TARI i conti tornano a posto e aumenta anche il senso civico".
Il miglior Sindaco di Roma: "Petroselli, popolare e colto" sia per Veltroni sia per Gualtieri che però ha citato anche "Nathan e Rutelli".
Se dovesse vincere, che Sindaco sarà Gualtieri: "Vorrei riuscire a essere anch'io popolare e colto. Petroselli ha inventato i centri anziani, io invece vorrei fare i centri giovani e dare in gestione ai giovani degli spazi del Comune per il coworking e lo studio condiviso".

Ha portato i saluti di Assisi anche la Sindaca Stefania Proietti: "Assisi è diventata, nell'immaginario globale, la capitale dell'ecologia. Ma non solo. [...] sarà infatti, anche lo scenario del The Economy of Francesco che si terrà il prossimo 2 ottobre".

media partner.PNG
HuffPost.svg.png
separatore ISTITUZIONALI.png
regione_lazio.png
b.jpg
sostegno.jpg
INTESA_SANPAOLO_COL_DEF.jpg
positivo_rgb.png
a.jpg
enel.png
poste.png
alert SI.PNG
n.jpg
energieoffidalogo.png
Quanta logo.png
TELL TALK - LOGO PER SITO FESTIVAL 2.jpg
logo_azienda_ciuciu_black.png
logo LEGANET tracciato.png